Cos’è l’Affido

L’affido familiare è l’accoglienza temporanea nella propria casa e nella propria vita di un minore la cui famiglia si trova in particolare difficoltà. Durante tutto il periodo di affido si mantiene il legame tra il minore e la sua famiglia d’origine , nel rispetto della sua storia individuale e familiare.

L’affido familiare è quindi un aiuto rivolto al bambino, a cui viene data la possibilità di crescere in un ambiente familiare adeguato, per tutto il periodo necessario ai suoi genitori naturali per risolvere le proprie difficoltà e recuperare le proprie capacità genitoriali.

L’affido familiare viene proposto dal Servizio Sociale territoriale di competenza e deciso dal Giudice del Tribunale per i Minori.

L’affidamento può essere:

  • consensuale, quando i genitori naturali sono d’accordo con il provvedimento. Questo viene disposto dal Servizio Sociale ed è reso esecutivo dal Giudice Tutelare.
  • giudiziale, quando manca il consenso della famiglia di origine. In questo caso viene emesso un decreto dal Tribunale per i Minorenni.
  • residenziale, il minore vive con la famiglia affidataria, mantenendo comunque i rapporti con la famiglia d’origine.
  • diurno, quando il minore trascorre solo una parte della giornata con la famiglia affidataria, e la sera torna a casa dai suoi genitori.